Palazzi da visitare a Seoul ed in Corea del Sud

A Seoul ci sono cinque palazzi più importanti, che furono costruiti sotto la Dinastia Joseon. Questi sono alcune delle poche vestigia di architettura antica rimasta a Seoul, dato che la maggior parte fu distrutta durante l’occupazione giapponese. La maggioranza degli edifici antichi era fatta di legno, quindi si incendiava facilmente.

Palazzo di Changdeok, Seoul

Changdeokgung è un bell’esempio di architettura tradizionale coreana, si trova a Seoul ed è circondato da un grande parco. Fu costruito durante la Dinastia Joseon (i lavori Un palazzo sud coreanoiniziarono nel 1405 e furono terminati nel 1412); fu però distrutto da un incendio e ricostruito varie volte, ma sempre seguendo fedelmente il progetto originale.

Il Palazzo di Changdeok è anche chiamato il Palazzo Orientale, perché si trova ad est di un altro palazzo principale di Seoul, Kyonbokgung. L’area del Palazzo di Changdeok, a Seoul, si divide in tre settori principali: lo spazio pubblico, la residenza del re ed i giardini segreti che erano riservati alle donne ed alla famiglia reale. Il palazzo comprende 13 edifici e 28 padiglioni nel giardino. L’ultimo re coreano visse in Changdeokgung fino alla sua morte, avvenuta nel 1926. Questo palazzo fu dichiarato parte del Patrimonio Mondiale dell’ UNESCO nel 1997.

Palazzo di Deoksugung, Seoul

Il Palazzo di Deoksu, a Seoul, è un insieme di palazzi circondati da un recinto murario. Gli edifici sono tutti realizzati in materiali diversi ed anche in vari stili architettonici, incluso lo stile occidentale. Questo palazzo coreano include anche un museo.

Deoksugung originariamente era la residenza del principe Wolsan e divenne residenza reale durante la Guerra dei Sette Anni, quando i giapponesi rasero al suolo tutti gli altri palazzi nel 1592.

Kyongbokkung (Palazzo Settentrionale), Seoul

Kyongbokkung viene anche chiamato Palazzo Settentrionale, perché si trova nella zona nord di Seoul, in Corea del Sud. Kyongbokkung era la residenza principale della Palazzo Kyongbokkung a Seoul CoreaDinastia Joseon e fu costruito nel 1394, in base al progetto dell’architetto coreano Jeong Do-jeon. Come molti edifici coreani a Seoul fu distrutto varie volte e fu ricostruito negli anni 60 del XIX secolo, solo per essere distrutto di nuovo nel 1911 dai giapponesi, che lasciarono intatti solo 10 dei suoi originali 330 edifici.

Il complesso del palazzo comprende il padiglione Gyeonghoreu, che è raffigurato sulle banconote koreane da 10.000 won, ed il Museo Folkloristico Nazionale Coreano. All’entrata, delle guardie in costume tradizionale fanno regolarmente il cambio della guardia.

Changgyeonggung, Seoul

Questo palazzo, che si trova nella parte occidentale di Seoul, durante il tardo periodo Joseon era un palazzo secondario per il re. I palazzi secondari erano di solito usati dai reali durante le emergenze. Oggi non è rimasto molto del palazzo originale ed adesso la porta frontale di Gyeonghuingung è usata come ingresso principale dell’Hotel 0Shilla.

Gyeonghuigung, Seoul

Questo palazzo, che si trova nella parte occidentale di Seoul, durante il tardo periodo Joseon era un palazzo secondario per il re. I palazzi secondari erano di solito usati dai reali durante le emergenze. Oggi non è rimasto molto del palazzo originale ed adesso la porta frontale di Gyeonghuingung è usata come ingresso principale dell’Hotel Shilla.

Tempio di Doseonsa, Seoul

Altri begli esempi di architettura storica che si trovano in Corea sono i templi buddisti. Uno di questi è Doseonsa, a Seoul, che è anche il centro buddista più grande in Corea. Il Tempio di Doseonsa fu fatto costruire nel 682 dal monaco buddista Doseon. Doseon ne sapeva molto di astronomia, geografia e geometria e pensò che un tempio in questa posizione avrebbe prosperato.

Gangnam cinema

Cambio della guardia nel palazzo Seoul

Logo Aggiungi ai preferiti